Auricolari bluetooth o con filo: cosa scegliere?

auricolari_800x469

La musica è una di quelle cose di cui non si può farne a meno, chiunque ha un genere, un cantante, una band o dei brani preferiti, è inevitabile. Ascoltare la musica non solo permette di evadere dalla vita quotidiana ma, in alcuni casi, porta dei benefici concreti nella vita di tutti i giorni: basti pensare all’utilizzo della musica durante un allenamento, può portare un incremento delle prestazioni e della resistenza fino al 20% in più.

Dal momento che è una passione che accomuna tutti quanti, anche la tecnologia si è mossa per far fronte ad alcune precise esigenze, a partire dalle cuffie. Le cuffie sono sicuramente il modo migliore per ascoltare i nostri brani preferiti senza perdere in qualità anzi, solo le cuffie sono in grado di far “assaporare” bassi ed alti di qualità.

Ad ogni modo, sempre la tecnologia si è mossa per poter portare le canzoni in ogni luogo insieme a noi, senza sacrificare la qualità audio. E quì entrano in gioco quindi gli auricolari classici, quelli con il filo. Compatti, comodi e facili da trasportare, rappresentano l’oggetto ideale per ascoltare la musica in macchina, in treno, per strada, in metro, in ufficio o dove si vuole, senz dover avere l’invadenza di un paio di cuffie over-ear. Non a caso quindi sono il modello più gettonato in assoluto.

Tuttavia, per far fronte ad esigenze ancora più precise, si è diffusa in questi ultimi anni una variante decisamente valida che permette di ascoltare tutto quello che si vuole senza l’ingombro dei fili, ovvero gli auricolari bluetooth. Come lascia intendere il nome, questi auricolari sfruttano la tecnologia bluetooth per potersi collegare allo smartphone o qualsiasi altro apparecchio multimediale per riceve un segnale audio senza la necessità di inutili fili. Questi modelli hanno riscontrato un enorme successo principalmente nell’ambito sportivo, basti vedere quanti modelli validi ci sono in commercio (come quelli nella guida di guideagliacquisti.it), ma la domanda è: meglio degli auricolari bluetooth o quelli classici con il cavo?

Le differenze tra modelli bluetooth e modelli classici sono molteplici. Innanzitutto i primi hanno un costo decisamente più alto a parità di prestazioni, ciò è dovuto anche al fatto che con la tecnologia bluetooth si va a perdere quella qualità che con degli auricolari con il cavo è sicuramente più facile ottenere. In aggiunta, gli auricolari bluetooth hanno un peso e delle dimensioni maggiori nella maggior parte dei casi però, non vi sono più tutte le problematiche a cui si è abituati con i cavi.

Una differenza scontata ma non da dimenticare è la presenza della batteria: con gli auricolari classici si va sempre sul sicuro, non vanno ricaricati e quindi sono sempre pronti all’uso in ogni occasione, al contrario la controparte bluetooth è sempre dipendente da questo fattore, se ci si scorda di ricaricarli non si possono utilizzare.

Le differenze legate alla qualità audio sarebbero da analizzare nel dettaglio, ma ciò appesantirebbe l’articolo, quindi in conclusione andiamo a tirare le somme, concentrandoci sull’utilizzo. Quando si deve scegliere tra bluetooth e cavo, è importante focalizzarsi sull’utilizzo che se ne deve fare. Se sei un audiofilo, ricerchi la qualità spendendo il giusto, la soluzione ovviamente è l’acquisto del classico modello con il cavo. Al contrario se si necessita comodità, che sia per lavorare o per allenarsi, potendo fare un piccolo sacrificio in più per quanto riguarda il prezzo, la controparte bluetooth è sicuramente la soluzione migliore.